HomeNews › Dettaglio news

AFFITTO: CAMBIANO LE REGOLE DELL' ANAGRAFE CONDOMINIALE

La legge di stabilità cambia le regole dell'anagrafe condominiale: l'articolo 1, comma 59, della legge 208/15 è intervenuto sull'articolo 13 della legge 431/98, che disciplina i << patti contrari alla legge >> nell'ambito delle locazioni abitative.
La nuova norma dispone testualmente: << è fatto carico al locatore di provvedere alla registrazione nel termine perentorio di 30 giorni, dandone documentata comunicazione, anche ai fini dell'ottemperanza agli obblighi di tenuta all'anagrafe condominiale di cui all'articolo 1130, numero 6), del Codice Civile>>.
Viene quindi previsto l'obbligo, a carico esclusivo del locatore, di:
1) provvedere alla registrazione del contratto di locazione nel termine perentorio di 30 giorni dalla data di stipula;
2) avvenuta la registrazione, il proprietario dovrà dare "documentata comunicazione" , nei successivi 60 giorni, al conduttore nonché all'amministratore del condominio.
Ora la comunicazione dell'avvenuta registrazione all'amministratore condominiale è funzionale e collegata agli obblighi di tenuta dell'anagrafe condominiale (articolo 1130, n. 6, del codice civile), in cui vengono riepilogati i dati dei singoli proprietari, dei titolari di diritti reali e dei diritti personali di godimento (tra cui rientra anche la locazione), i dati catastali di ciascuna unità immobiliare nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell'edificio.